it-ITen-US
X

Il progetto LIFE STOPVESPA ha come finalità principali l’istituzione di un sistema di allerta precoce e risposta rapida (Early Warning and Rapid Response System) e il contenimento spaziale delle popolazioni di Vespa velutina in Italia.

A tal fine il progetto ha lavorato, dopo una prima fase preparatoria iniziata ad agosto 2015 (Azioni A1-A6), per creare una strategia di gestione della specie basata sulla rapida individuazione e neutralizzazione delle colonie, grazie a squadre di monitoraggio e squadre d’intervento appositamente formate (C2, C4). La collaborazione con la Protezione Civile ha permesso di incrementare i soggetti coinvolti nella gestione di Vespa velutina e quindi l’efficacia della strategia stessa. Le attività di controllo hanno consentito di limitare in modo considerevole l’ulteriore espansione di Vespa velutina, grazie all’individuazione e rimozione di circa 2.000 colonie della specie negli anni 2015 - 2018 (D1). La presenza nella partnership di progetto di Aspromiele e dell’Abbazia dei Padri Benedettini Santa Maria di Finalpia ha consentito di estendere la rete di monitoraggio in gran parte di Liguria e Piemonte, grazie anche al coinvolgimento degli Apicoltori e delle loro Associazioni.

Le attività sviluppate con il Politecnico di Torino hanno permesso di sviluppare il prototipo di radar armonico per il tracciamento del volo dei calabroni (C1, D2). Questo strumento è in grado di seguire per oltre 500 metri il volo degli insetti e di individuare la posizione dei nidi. L’uso del radar in campo ha permesso di individuare e neutralizzare diverse colonie nel 2017 e 2018, in particolare nei focolai di La Spezia e Finale Ligure.

Le attività sul territorio svolte dall’Università di Torino hanno inoltre consentito di raccogliere dati rilevanti in merito alla biologia della specie (C3) e agli impatti che la specie causa sull’apicoltura e la biodiversità (D1, D3). In questi anni il progetto ha lavorato inoltre sugli aspetti comunicativi per la diffusione dei risultati a differenti livelli, sensibilizzando cittadini, studenti, stakeholder, Autorità e Amministrazioni pubbliche, oltre a ricercatori di livello nazionale e internazionale (E1-E4).

È stato inoltre istituito un Vespa Emergency Team in grado di intervenire a scala nazionale in caso di segnalazioni sospette di Vespa velutina (F2). L’esperienza acquisita grazie al progetto potrà essere un importante punto di riferimento per la gestione futura della specie (C4, F3).

 

AZIONI PREVISTE DAL PROGETTO STOPVESPA

A. Azioni preparatorie

A1 Verifica delle procedure amministrative

A2 Metodi e strumenti per il monitoraggio e il controllo della Vespa velutina

A3 Formazione del personale del progetto e dei collaboratori

A4 Definizione della distribuzione di Vespa velutina in Piemonte e Liguria

A5 Valutazione degli impatti negativi prodotti da Vespa velutina e identificazione delle vie d’introduzione

A6 Elaborazione di una strategia per la gestione di Vespa velutina in Piemonte e Liguria


C. Azioni concrete di conservazione

C1 Sviluppo di un nuovo radar entomologico per la localizzazione dei nidi di Vespa velutina

C2 Gestione delle colonie di Vespa velutina in Piemonte e Liguria

C3 Raccolta di dati biologici su Vespa velutina utili al miglioramento delle attività gestionali

C4 Attivazione di un sistema di allerta e risposta rapida


D. Monitoraggio degli impatti delle azioni di progetto

D1 Monitoraggio dell’evoluzione di Vespa velutina in Piemonte e Liguria

D2 Monitoraggio dell’efficacia del radar entomologico per la localizzazione dei nidi di Vespa velutina

D3 Monitoraggio del livello di consapevolezza della diffusione e degli impatti causati dalla Vespa velutina sulla biodiversità


E. Sensibilizzazione dei cittadini e diffusione dei risultati

E1 Preparazione dei materiali divulgativi e programmazione delle attività

E2 Formazione e sensibilizzazione

E3 Disseminazione a livello nazionale e internazionale delle migliori pratiche sviluppate dal progetto

E4 Creazione e aggiornamento del sito web di progetto


F. Gestione e monitoraggio del progetto

F1 Gestione e monitoraggio del progetto

F2 Istituzione di un Vespa Emergency Team

F3 Preparazione di un piano per il dopo LIFE

F4 Valutazione degli indicatori di progetto

F5 Produzione del Layman's report

F6 Audit esterno