it-ITen-US
X

La Vespa velutina può diffondersi sia per dispersione naturale sia per trasporto passivo involontario ad opera dell’uomo. In questo secondo caso la specie può colonizzare nuove aree del Piemonte e della Liguria, o anche altre parti d’Italia.

Il Progetto STOPVESPA, pur avendo un focus su Liguria e Piemonte, le regioni finora interessate dalla presenza del calabrone in Italia, prevede interventi su tutto il territorio italiano. A questo proposito è prevista l’attivazione di un Vespa Emergency Team, una squadra in grado di intervenire, in accordo con le autorità locali, in tutte le regioni d’Italia dove la Vespa velutina sarà segnalata, contribuendo alla realizzazione di una rete locale di monitoraggio e al trasferimento delle tecniche  di pronto intervento.